Top

Visitare Ferrara in un giorno alla scoperta dei Luoghi e Botteghe Storiche

Visitare Ferrara in un giorno alla scoperta dei Luoghi e Botteghe Storiche

Lo sapevi che il Centro Storico di Ferrara è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal 1995?

E non solo! É confermata la città italiana delle biciclette, per i ferraresi è un vero e proprio stile di vita, il 90% delle famiglie hanno la bici, contandone mediamente 2 a famiglia.

In questo articolo ti consigliamo un itinerario pazzesco per visitare Ferrara in un giorno alla scoperta dei Sapori e dei Luoghi Storici, ancora meglio se lo fai come i “veri local”… in BICICLETTA!

Partenza da Via delle Volte

Via delle Volte è una Via Medievale molto suggestiva. Inizia da Corso Porta Reno e si conclude a Via Giuoco del Pallone.

Il suo nome deriva dai suoi numerosi archi e passaggi sospesi che la attraversano che, anticamente, fungevano da collegamento tra il luogo dell’abitazione e quello del lavoro.

Infatti, grazie a questi collegamenti sopraelevati, i mercanti potevano accedere direttamente ai magazzini senza dover per forza uscire all’aperto, e passare attraverso quella che una volta, era la via più malfamata della città.

Ad oggi è una delle Vie più affascinanti e caratteristiche di Ferrara e oserei dire anche d’Italia!

Visitare Ferrara in un giorno - foto articolo
Via delle Volte

Qui ti consigliamo di percorrerla il più possibile (meglio ancora in bicicletta) per catapultarti nel medioevo e scoprire il fascino degli edifici e volte che la caratterizzano.

Panificio Perdonati

Da Via delle Volte, sosta al Panificio Storico Perdonati, per assaggiare la buonissima Coppia Ferrarese, immancabile se vuoi visitare Ferrara in un giorno!

Il Panificio Perdonati si trova in Via San Romano, un’altra via molto bella e suggestiva ricca di portici, ed è una Bottega Storica dal 1949, dove si producono ancora a mano le coppie ferraresi, il pane tipico di Ferrara.

Profumata e croccante era in epoca rinascimentale la “coppia” ferrarese o pane intorto, com’era chiamato allora, con i cornetti friabili e il cuore morbido che Messer Cristoforo da Messisbugo, il famoso chef della corte estense, nomina nel suo libro dal titolo: “Banchetti, composizione di vivande e apparecchio generale”

Panificio Perdonati - per Visitare Ferrara in un giorno
Panificio Perdonati (lavorazione a mano della Coppia Ferrarese)

La Coppia Ferrarese è il pane con la forma più particolare che abbiamo mai visto e qui, è d’obbligo comprare una coppia da mangiare passeggiando lungo Via San Romano, in direzione Piazza Trento e Trieste.

Piazza Trento e Trieste

Piazza Trento e Triste, un tempo chiamata Piazza del Mercato, risale al XII secolo, quando iniziò la costruzione della stupenda Cattedrale di San Giorgio, il Duomo di Ferrara.

É una delle Piazze più Belle d’Italia, e anche se purtroppo il Duomo di Ferrara non è visitabile (la stanno restaurando a causa del brutto terremoto del 2012) tutto intorno alla Piazza ci sono numerosi Palazzi Storici, tra cui:

  • il Palazzo di San Crispino;
  • il Museo della Cattedrale;
  • la Torre della Vittoria;
  • la Torre dell’Orologio.

Da non perdere anche la Loggia dei Merciai, un lungo porticato, sostenuto da colonne bianche, sede di attività commerciali di ogni genere.

La curiosità sulla Loggia dei Merciai è che, erano riusciti ad ottenere il permesso di aprire botteghe, con relativa abitazione, a ridosso di un luogo sacro, cosa alquanto inconsueta, a quei tempi.

Piazza Trento e Trieste - Visitare Ferrara in un giorno
Piazza Trento e Trieste
Loggia dei Merciai - Visitare Ferrara in un giorno
Loggia dei Merciai
Museo della Cattedrale - Visitare Ferrara in un giorno
Museo della Cattedrale

Da qui si prosegue lungo Corso Martiri della Libertà in direzione del meraviglioso Castello Estense, simbolo della Città!

Corso Martiri della Libertà e le sue Botteghe Storiche

In Corso Martiri della Libertà, prima di entrare nel Castello, ci sono 2 botteghe storiche che vogliamo consigliarti:

Cappelleria storica di Borsalino

Borsalino si trova al pian terreno della Residenza Municipale, in Corso Martiri della Libertà, ed è la boutique di abbigliamento, cappelli e accessori più antica di Ferrara, fondata nel lontano 1845. Ancora oggi il locale è caratterizzato dall’antica insegna, marchio della casa.

L’azienda italiana, nota per la produzione di cappelli, ebbe grande crescita dopo l’ottenimento del Grand Prix all’Esposizione Universale di Parigi nel 1900, e continuò la sua produzione tra manifattura artigianale e industriale, diventando famosa in tutto il mondo.

La Bottega Storica si è trasformata, oggi, da cappelleria ad elegante negozio di moda.

Negozio di Musica Pistelli e Bartolucci

Se ami la musica, e/o sei un un collezionista di vinili, un passaggio è d’obbligo!

La Bottega Storica Pistelli e Bartolucci, si trova sotto il palazzo del Teatro Comunale di Ferrara e fu fondata da Galeazzo Bartolucci nel lontano 1854.

Inizialmente era nata come bazar, col passare degli anni si è specializzata in discografia, musica e vendita di strumenti musicali.

Il nome del negozio deriva dal cognome del fondatore, Bartolucci, e dal cognome della moglie, ossia Pistelli.

La famiglia era fiorentina ed aveva discendenza nobiliare. A cavallo dei due secoli, i Bartolucci decisero di cedere il negozio ma, visto il valore storico dello stesso, non vennero cambiati insegna e marchio.

Pistelli e Bartolucci - Visitare Ferrara in un giorno
Negozio di Musica Pistelli e Bartolucci

All’interno del locale, scaffali in legno e fotografie in bianco e nero creano un’atmosfera vintage e professionale allo stesso tempo.

La parte esterna del negozio, invece, ha grande valenza in termini di testimonianza del periodo delle “Leggi Razziali”. Nel 1936, infatti, sui muri di alcuni palazzi di Ferrara (le Assicurazioni Venezia, il negozio Pistelli e Bartolucci, l’Università degli Studi) comparvero scritte antisemite con slogan particolarmente duri.

Castello Estense

A questo punto, per visitare Ferrara in un giorno e conoscerla ancora meglio, immancabile è una visita all’interno del Castello Estense.

Il Castello Estense è uno dei pochi Castelli (se non l’unico) ad essere stato costruito non per difendere la Città e i cittadini dalle minacce esterne, ma bensì per proteggere il Sovrano dai cittadini stessi!

Un po’ di Storia

La prima pietra del castello fu posata nel 1385 per volere di Niccolò II d’Este, preoccupato per le il malcontento del popolo, angustiato dalle tasse e da una carestia.

Il motivo principale che lo spinse a costruirlo, fu il brutale assassinio di Tommaso da Tortona fatto a pezzi pubblicamente dalla folla inferocita.

Così, in soli due anni, la fortezza, commissionata all’architetto Bartolino da Novara, lo stesso dei castelli di Pavia e Mantova, era di fatto pronta. Aveva pianta quadrata e quattro torri agli angoli, era dotato di merlature, ponti levatoi e sofisticati apparati difensivi.

Nel corso degli anni subì vari restauri e ad oggi è un gioiellino tutto da visitare; tra magnifici saloni, cortili e affreschi, il Castello Estense ti entrerà davvero nel cuore.

Visita dentro il Castello

Il castello per noi è stata un esperienza bellissima, perchè varia dalle prigioni che ti fanno venire i brividi, dove trovarono la loro tragica fine Ugo Aldobrandino e Parisina Malatesta a cui è narrata una singolare leggenda.

Molto belle e luminose sono le sale con affreschi, poi troverete l’affascinante camerino Baccanali, e la Cappella Ducale, la Sala dell’Aurora dove contiene gli affreschi del Bastionino insieme ad altri pittori, ci sono altre sale tutte meravigliose ma per noi è salendo in cima alla torre dove potrai vedere tutta Ferrara nel suo splendore.

Per raggiunge la torre c’è una scalinata un po’ ripida non consigliata a chi soffre di vertigini anche se merita il brivido.

Ci stavamo scordando il bellissimo giardino degli Aranci, voluto da Alfonso I d’Este, circondato da un muretto perimetrale costruito in mattoni rossi a faccia vista, e un affascinante terrazzo dove si può vedere dei bellissimi scorci su Ferrara.ù

La visita al Castello puoi scegliere di farla sia in autonomia, oppure con il supplemento di un audio guida con soli 2 € in più, in aggiunta al costo del biglietto.

Il percorso dura circa 1 ora (dipende poi da quanto vi soffermate su ogni stanza)

Il costo per entrare nel Castello è di 12 € a persona. Per maggiori dettagli clicca qui.

Vista dalla cima della Torre del Castello Estense
Affreschi sul soffitto dentro il Castello Estense a Ferrara
Affreschi sul soffitto dentro il Castello Estense a Ferrara

Birraria Giori

Dopo aver visitato il Castello, sicuramente avrai sete e vorrai sederti, quindi, che ne dici di una buona birra fresca ai piedi del Castello?

Il bar birraria Giori è aperta dal 1881!

All’ingresso si legge un’antica scritta ripresa da uno scambio epistolare tra architetti.

Uno dei questi, proveniente da Roma, scriveva il primo marzo 1881: 

“Dall’entrata meridionale alla Piazza de li Pollajuol, passando sotto li fornici de lo Palazzo de li Via Legati vi è un esercizio di Birraria di tale Giori ove, tra mercanti e belle persone, potersi sedere all’ombra del Castello Estense ad ammirar tutta quella magnificenza”

Dalla sua data di nascita la birreria ha avuto solo tre cambi gestionali, mantenendo negli anni gli elementi funzionali esterni e la tipologia dell’offerta, birra e panini.

La documentazione a supporto della storicità del locale è ampia e costituita da fotografie, pellicole cinematografiche e documenti.

Dove e Cosa mangiare a Ferrara

Per mangiare cibo tipico ferrarese ti consigliamo:

Osteria degli Angeli

Si trova in Via Delle Volte (angolo Corso Porta Reno), vicino all’ultima torre medievale gentilizia rimasta a Ferrara.

L’Osteria Degli Angeli è uno dei locali storici più caratteristici della città.

Pensa che questa osteria è stata documentata già nel lontano 1400, quando presso di essa era allestita la dogana per il passaggio delle merci, con annesso punto di ristoro e cantina di vini, per i mercanti e trasportatori.

Ortensio Orlando, umanista del Cinquecento, ha parlato di Ferrara in una curiosa guida enogastronomica datata 1548/1550, così dicendo a proposito dell’osteria: 

“Voglio però confessar il vero, né voglio defraudare città alcuna delle sue debite lodi, chè in Ferrara e non in altro luogo ho veduto uomini e donne pie (Famiglia Pio) e hocci veduto un’agnolo degnarsi di far l’osteria a’ mortali”

L’autore, riferendosi a Ferrara afferma “unica maestra nel far salami e di confettare erbe, frutti e radici”, riferendosi in quest’ultimo caso alle persicate e cotognate tipiche della loro tradizione dolciaria.

In questa Bottega Storica vengono serviti piatti tipici ferraresi e si ha la possibilità di accomodarsi all’aperto, immersi nel fascino della famosa Via Delle Volte. Tra le specialità più apprezzate, ti consigliamo il pasticcio di maccheroni, i cappellacci con la zucca e la squisita salama da sugo con purè.

Dove dormire a Ferrara?

Per la ricerca di un Hotel o Alloggio, noi usiamo spesso TRIVAGO che compara tutti i prezzi di tutti i motori di ricerca e ti offre quello più basso.

Noemi e Lorenzo - Due Zaini in Viaggio

Questo articolo è stato scritto in base alla nostra esperienza personale e grazie al PROGETTO #CONOSCIFERRARA sponsorizzato da:

Comune di Ferrara

https://www.instagram.com/comunediferrara/ 

Ferrara Rinasce

https://www.instagram.com/ferrara_rinasce/

Certosa di Ferrara

https://www.instagram.com/certosamonumentaleferrara/

Turismo Ferrara

https://www.instagram.com/turismoferrara/ 

Ti ringraziamo di averlo letto e speriamo che ti possa essere utile per visitare Ferrara in un giorno senza perderti il meglio che questa città ha da offrire.

Lascia un commento qui sotto e clicca sul cuore per farci capire se Ti è Piaciuto

Per noi è fondamentale la Tua opinione!🙏🏽

oppure se Pensi che il Nostro Articolo potrebbe essere Utile a un Tuo amico/a…

CODIVIDILO⬇️

Tutte le foto contenute in questo articolo sono state scattate da noi e sono protette da Copyright ©

Lascia un commento